Only 90 Days

Go Back To New York. Only 90 Days.

Day#74

Che succede quando in una città’ esci di mattina ed e’ inverno, con pioggia, vento e freddo quanto basta e il pomeriggio esci dall’ufficio alle 6 e c’e’ tanta luce, aria primaverile e quasi caldo?
In realtà’ nulla, a parte il fatto di constatare che qui il tempo cambia davvero repentinamente e che forse mettersi il montone la mattina non e’ stata la mossa più’ saggia.
Oggi finalmente ho abbracciato Enrico (e conosciuto il suo compagno di viaggio Andrea). Tra un thai a pranzo e un replay di Joe’s Shangai a cena si e’ parlato di New York, macchine fotografiche, cani, laser e AS Roma.
Maggie oggi ha fatto shopping pazzo per la 5th Avenue e finalmente attraversato Times Square piena di luci.
Io invece ho finalmente conosciuto un tassinato simpatico: si chiama Berbuim (o qualcosa del genere) e’ dell’Afghanistan e vive qui da 23 anni. Ogni 6 mesi torna nel suo paese per starci altri 6 mesi: una vita solo di lavoro non fa per lui, la sua famiglia e’ li e ne ha bisogno.
Mi ha detto che i soldati americani sono li da tantissimo tempo e non hanno mai combinato nulla di buono.
Nonostante tutto l’America gli piace, ma mi ha consigliato di visitare il suo paese: non e’ poi così pericoloso come si dice, ed e’ bellissimo (e io non stento a crederlo vedendo ogni giorno alla Magnum, centinaia di foto bellissime provenienti da laggiù’).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: