Only 90 Days

Go Back To New York. Only 90 Days.

Day#57

Dicevamo, ieri sera sono stata nella New York bene per davvero.
Ogni entrata lussuosa di ogni palazzo lussuoso ha il proprio maggiordomo col cappello che apre portiere e dice buonasera.
Casa di Caterina e’ al 38esimo piano di un enorme grattacielo sull’East 72nd, la strada del Dakota Building per intenderci , solo che dall’altra parte, sull’East River.
Entro e c’e’ un vialetto illuminato chic che porta a una piscina bassa (illuminata anche quella), con tanto di scultura.
Attraverso la porta girevole e tiro dritto: ho le coordinate di Caterina, ascensori a sinistra, 38esimo piano. Ho le cuffie ed Elton John strilla tantissimo. Il portiere un po’ scocciato mi richiama due volte prima che io me ne accorga: devo essere annunciata 😮
Dopo le burocrazie del caso, finalmente mi sorride e mi dice di salire e bussare alla porta 38A.
Salgo nell’ascensore con più’ tasti da pigiare mai visti finora, suono il campanello e trovo Caterina sorridente e alle prese con un ottimo risotto ai funghi porcini.
La foto non rende l’idea, proverò a spiegarlo a parole: la casa e’ in un angolo del grattacielo. Il salone e’ completamente fatto di vetrate a giorno che affacciano su…New York. Da una parte west e nord e dall’altra l’East River con la Roosevelt Island e il Queens.
Sembra di essere in un film e forse ci sono per davvero.
Per abituarmi al colpo d’occhio ci metto praticamente tutta la serata, dannandomi per non essermi portata la Nikon, mi riprometto di tornarci per scattare foto e perché se di notte fa questo effetto, non riesco a immaginarmi cosa sia con la luce del giorno.
La serata si conclude con un ottimo dolce made by Caterina, gustato su una poltrona che oltre a essere comoda mi fa anche un gran massaggio elettronico alla schiena.
Tornando verso la metro, incontro signore impellicciate che a tarda notte portano con classe i loro cagnolini a fare una passeggiata.
Mi sento un po’ in una puntata di Sex And The City, con la differenza che io non porto i tacchi alti e non sono vestita da Armani, non prendo taxi al volo e ci metto quasi due ore per tornare a casa, perché New York sembra collegata benissimo ma e’ anche davvero enorme, e per tornare nei quartieri bassi devo cambiare 3 metro e camminare per un totale di 35 minuti.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: